La carota: garanzia di benessere e di bellezza

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

La carota è una pianta originaria delle regioni temperate dell'Europa, coltivata per le sue radici che vengono utilizzate a scopo alimentare sia crude sia cotte. E' una verdura, economica e  si mangia tutto l'anno. La carota è un ingrediente essenziale e popolare grazie al suo colore, alla sua croccantezza e al suo sapore dolce.carote

La carota dai tanti colori
La carota è particolarmente indicata per le molteplici proprietà benefiche.
Esistono molte varietà di carota e ogni varietà ha le sue caratteristiche specifiche. Le varietà di colore arancio e marrone contengono un maggior numero di vitamine rispetto alle varietà di colore giallo giallo o bianco, quest'ultima è meno interessante dal punto di vista nutrizionale. Le carote di color viola e marrone, contengono più beta-carotene rispetto alle altre perchè possiedono più pigmenti. La carota rossa contiene un carotenoide presente anche in pomodori e anguria. La carota nera infine, è ricca di antociani, che sono antiossidanti, combattono i danni provocati dalle radiazioni ultraviolette, aiutano per la fragilità capillare, per chi ha problemi di circolazione e di origine infiammatoria.

Le sue proprietà
La carota aiuta a combattere l'invecchiamento delle nostre cellule.
Inoltre, grazie alla presenza nella carota di carotenoidi, essa può contribuire a migliorare la vista. Infatti, queste sostanze filtrano la luce blu e hanno un effetto protettivo sulla retina e sulla cataratta.
Con l'assunzione delle carote si forniscono al corpo numerose vitamine e minerali: la vitamina A preziosa per la crescita ossea, la vista e la pelle e le vitamine B1, B2, B3, B6, C, E e K, fosforo, potassio, calcio e ferro.
Le carote inoltre regolano il transito intestinale poichè esse contengono fibre che aiutano contro la diarrea e la colite.
La carota, inoltre, essendo a basso contenuto calorico, non fa ingrassare. È bene tuttavia non consumarne in eccesso poichè può sovraccaricare il fegato e conseguente ingiallimento della carnagione.

Letto 1948 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Giugno 2017 22:20

Login

Sei un operatore del settore e non hai ancora un account?
Registrati!