Le 12 Grandi Virtù In evidenza

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sentiero Sentiero

 

1. La DEVOZIONE - È la consacrazione di se stessi ad un ideale o ad un impegno, come al servizio di Dio.La DEVOZIONE implica un motivo singolare, il quale sostiene un interesse così grande che, servendo l'oggetto della propria DEVOZIONE, ne riceve un'esperienza instancabile e piena di gioia.

2. La SINCERITÀ - Esprime l'assenza dell'ipocrisia, dell'affettazione, della falsità  o dell'inganno. La persona sincera è genuina e retta nel suo desiderio di imparare e praticare ciò che è giusto. Il comportamento coscienzioso e onorevole è strettamente associato alla SINCERITÀ, mala SINCERITÀ dovrebbe essere praticata con la conoscenza dei giusti pensieri ed azioni. L'acquisizione delle altre Virtù è impossibile senza la SINCERITÀ e la sua messa in atto.

3.La TOLLERANZA - È la saggezza di non giudicare gli altri, in quanto non possiamo mai essere sicuri delle loro vere motivazioni, tribolazioni e motivi personali. La critica di ciò in cui gli altri credono, delle loro abitudini e della loro personalità, è impermissibile, di poco ritegno e ingiustificabile. Un uomo TOLLERANTE non misura gli altri tramite i loro errori, ma invece chiede a se stesso come avrebbe reagito nelle medesime circostanze. Un uomo TOLLERANTE ha l'opportunità  di distribuire pace e felicità  nella vita di coloro che incontra. Sminuire la personalità  di un altro individuo, farneticare e parlarne male è karmicamente (spiritualmente) disastroso.

4. La GENTILEZZA - E' il sincero desiderio di non recare mai del male ad un altro essere. È la considerazione degli altrui sentimenti, la sensibile benevolenza e la simpatia, che vengono espresse in parole ed azioni.

5. La PAZIENZA - E' la disponibilità  di aspettare i risultati dei processi naturali.La PAZIENZA da  importanza alla calma, all'equilibrio durante la sofferenza o la provocazione e durante lo svolgimento di un lavoro impegnativo. L'impazienza verso un'altra persona viene dalla mancanza di TOLLERANZA e da un comportamento egoistico. L'impazienza è la maggiore sorgente d'irritabilità  nel mondo, e molto di questo è dovuto ai desideri irrealizzabili.

6. La PRECISIONE - E' il prodotto dell'esattezza, dell'accuratezza, delle cose ben definite. Una persona PRECISA è puntuale e profonda, è una persona che pensa sempre in anticipo, sulla quale si può contare. Per rimanere una Virtù, però,la PRECISIONE non deve diventare ridicolmente eccessiva o una manifestazione della meticolosità , altrimenti strappa via tutta la bellezza ad ogni situazione.

7. L'EFFICIENZA - E' l'abilità  di trattare con il proprio ambiente con la minima spesa d'energia, di tempo e di materiale. Per diventare più EFFICIENTI è richiesto un effettivo interesse nei metodi, nella tecnica e nell'acquisizione delle capacità  necessarie attraverso la pratica. La PRECISIONE è inseparabile dall'EFFICIENZA.

8. L'INDULGENZA - E' la capacità  di trattenersi e di avere la serenità  della mente nonostante la provocazione. Comunica con la PAZIENZA la mancanza di desiderio di vendetta. Il nutrire rancore contro gli altri fa crescere l'amarezza e le malattie psicosomatiche. Chi ha offeso soffrirà  karmicamente (la legge karmica è la legge naturale/universale secondo cui ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria). L'INDULGENZA diventa un allenamento all'UMILTÀ'. L'orgoglio personale ed il bisogno di farsi rispettare sono le cause comuni degli istinti vendicativi.

9. La DISCRIMINAZIONE - Implica il potere di discernimento delle motivazioni della gente e dei loro caratteri e l'abilità  di vedere la verità  al di là  della superficie apparente delle situazioni. L'atto del DISCRIMINARE enfatizza il potere di distinguere tra l'eccellente e l'appropriato, di giudicare quello che è giusto e quello che è meglio, di soppesare il corso alternativo delle azioni alla luce della legge karmica. L'intuizione è l'estensione del potere della DISCRIMINAZIONE.

10. Il CORAGGIO - Si deve distinguere dall'audacia, che di solito è una risposta istintiva ad una situazione pericolosa e che implica una mancanza di paura ed una buona dose di spericolatezza. Il CORAGGIO è il prodotto della ragione, sostenuto controllando il proprio potere di determinazione di fronte alle proprie paure. Esso è¨ la nobile qualità  del carattere che permette di restare fermamente convinti delle proprie idee nonostante le altrui azioni persuasive.

11. La CARITÀ - Dà  importanza all'Amore fraterno, alla clemenza, alla mitezza; è un interesse al benessere degli altri fino al punto di dare del proprio. E' dedicarsi di cuore alla sofferenza che gli altri devono soffrire, finché non avvenga un avanzamento della coscienza.La CARITÀ' preclude la critica degli altri.

12. L'UMILTÀ - Significa la mancanza di arroganza, di un comportamento snob, dell'egoismo, dell'orgoglio, della superbia. UMILTÀ non vuol dire debolezza, anzi, è il risultato della forza, del potere e della consapevolezza personale, tanto da non sentire il bisogno di competere. L'UMILTÀ è la consapevolezza delle proprie mancanze, alla luce del fatto che non si smette mai di crescere spiritualmente.

Letto 3658 volte

Login

Sei un operatore del settore e non hai ancora un account?
Registrati!