Reiki , Saggezza Millenaria In evidenza

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

In tutta la storia dell’umanità vi sono state manifestazioni e trasmission di un’Energia Vitale Universale, in grado di penetrare tutto, di una forza in grado di produrre e mantenere ogni forma di vita dell’Universo. I tibetani avevano, ad esempio, una comprensione profonda dell’essere, ...

dello spirito, della materia e dell’energia, già migliaia di anni or sono. Essi utilizzano queste conoscenze per migliorare il benessere del loro corpo, per armonizzare la loro anima e per portare il loro spirito all’esperienza dell’unità.

Successivamente incontriamo questa conoscenza in India, la ritroviamo in forme modificate in Giappone, Cina, Egitto, Grecia, Roma e in altri paesi.

Questa forza è stata protetta e custodita nelle “Scuole di Misteri” di quasi tutte le antiche culture e nell’antichità era accessibile, nella totalità completa, solo a pochi addetti. Generalmente erano i sacerdoti o le guide spirituali di una cultura a tramandarla oralmente ai propri allievi.

Sovente gli studiosi moderni si sono imbattuti nelle diverse forme di questa “conoscenza intima” tramandata dall’antichità, tuttavia molto spesso mal interpretata, perché essa è stata mimetizzata con linguaggi criptici e ricchi di simboli.

La parola Reiki sta ad indicare l’Energia Vitale Universale. Viene definita come quella forza che opera e vive in tutte le cose della creazione. La parola si compone di due parti: la sillaba REI descrive l’aspetto universale illimitato di questa energia, mentre KI è una parte del REI ed è la forza vitale della vita che scorre attraverso tutto ciò che vive.

Il Sistema Usui di Reiki (www.taocenter.org) non è solo il metodo più naturale e semplice ma anche quello più efficace da noi conosciuto per la trasmissione dell’Energia Vitale Universale.

Quando un uomo viene aperto a questo flusso come “canale del Reiki” allora l’Energia Vitale Universale scorrerà spontaneamente ed in forma concentrica dalle sue mani e questa capacità si protrarrà per tutta la vita.

Ma cos’è questa Energia Vitale Universale?

Vogliamo, a questo punto, sentire cosa ci dicono i nostri scienziati e saggi. E’ stato merito della fisica moderna il fatto che oggi la maggior parte degli uomini sia consapevole della “vitalità”, che pervade il nostro universo. Non sono molto lontani i tempi in cui, ad esempio, una pietra veniva considerata come “materia morta”.

Oggi invece sappiamo che “questa semplice cosa” viene strutturata da una interazione multistratificata ed intelligente di innumerevoli forze.

Il nostro universo e la nostra stessa vita possono forse essere scaturiti da una catena di casualità, come vuol farci credere l’interpretazione materialistica del mondo?

E’ mai possibile che da una materia inconsapevole possa derivare la conoscenza, uno spirito, un’anima?

In effetti oggi la stessa scienza si trova di fronte al quesito insolubile e molti scienziati, nel corso delle loro ricerche, si sono fermati ad un limite, che può essere oltrepassato solo con una spiegazione: “l’esistenza di una forza intelligente preposta, una specie di Spirito Universale, che crea continuamente tutto l’Universo.

I recenti sviluppi conseguiti dalla fisica quantistica si avvicinano molto ad una simile spiegazione.

Nella teoria della supergravitazione essa in effetti descrive un campo unificato, un campo completamente equilibrato di intelligenza pura, in reciproco rapporto solo con se stesso, che produce tutte le forze e tutta la materia dell’universo e quindi che crea il fondo basilare di tutta la creazione.

Questo collima precisamente con le affermazioni dei saggi e degli illuminati, fatte in tutte le epoche attraverso i secoli. Essi ci dicono in effetti che esiste uno stato dell’essere, dal quale è scaturita ogni forma di vita e che contiene in se stesso tutta la creazione. La sua Energia vive i tutte le cose ed è per l’appunto l’Energia Vitale Universale, che nel trattamento con il Reiki fluisce dalle nostre mani in forma concentrica.

Cosa significa questo per noi nella pratica? Significa soprattutto che il Reiki è sempre integro nel suo effetto, si riferisce a tutti i livelli dell’essere. Il Reiki tende a portare l’essere, considerato come una totalità con tutti i suoi aspetti, in equilibrio armonico.

Nella trasmissione del Reiki, colui che opera viene considerato solo come canale. Non è quindi la sua energia che viene offerta agli altri e di conseguenza, questa energia non gli viene sottratta ma al contrario, mentre l’Energia Vitale Universale scorre attraverso il suo essere, anche egli viene ugualmente rafforzato ed armonizzato. Il Reiki trova da se stesso la strada per giungere a quei punti, che necessitano il trattamento, la sua saggezza è illimitata e non può essere paragonata alla nostra e sa ciò di cui beneficiario ha bisogno, conosce perfettamente come e dove risieda questa necessità, senza che vi sia, da parte nostra, la possibilità di aggiungere o sottrarre qualche cosa.

Dagli uomini particolarmente ricettivi il Reiki viene spesso sperimentato come Amore. L’amore in effetti è una forza, che unisce, che vuole portare a una totalità sempre più grande fino ad essere un tutto con il creato stesso. In effetti il vero obiettivo dell’uomo è la realizzazione di questa unità per poter vivere di essa.

Il Reiki ci può aiutare a ritrovare questa unità, questa guarigione totale. Per questo, Reiki deve essere interpretato come un metodo di autoguarigione nel senso più ampio.

Reiki è un potente strumento di Guarigione, ma, soprattutto di Guarigione Spirituale, che è l’unico e consapevole modo per poter portare Luce, Amore e Pace in noi stessi, e grazie a questo contribuire alla nascita di un mondo migliore. Un mondo dove tutti gli uomini potranno vivere insieme con Pace, Amore e Gioia infinita.

Pio Montanaro

Letto 2773 volte

Login

Sei un operatore del settore e non hai ancora un account?
Registrati!